Qualità e Sicurezza alimentare

Fare Qualità significa individuare correttamente le attese delle persone e soddisfarle attraverso l’offerta Barilla (prodotto-servizio-informazione).
 
In relazione al settore specifico nel quale Barilla opera, il “fare Qualità” ha come obiettivo fondamentale fornire prodotti sicuri, organoletticamente eccellenti e che contribuiscano ad una alimentazione nutrizionalmente equilibrata.
 
La capacità di generare Qualità dipende dall’eccellenza del Sistema di Gestione Barilla, a sua volta basato sulla qualità delle persone, sui valori aziendali che le accomunano e su adeguate modalità operative.
 
Barilla si impegna inoltre a seguire l’evoluzione delle tematiche di Qualità e Sicurezza alimentare  per anticipare il nuovo e per cogliere ulteriori opportunità di miglioramento delle prestazioni qualitative.

Il prodotto

Il prodotto (contenuto e confezione) è la risposta più tangibile alle attese delle persone ed assume come valori di base le caratteristiche di sicurezza, organolettiche e nutrizionali.

Sicurezza alimentare

il prodotto alimentare ha come prerequisito la garanzia di sicurezza per la salute delle persone che lo consumano. Pertanto risulta indispensabile garantire, in fase di progettazione, lo sviluppo di prodotti intrinsecamente sicuri e assicurare sistematicamente il presidio dei rischi di contaminazione derivanti da materie prime, materiali di confezionamento, impianti e processi produttivi e distributivi (from farm to fork). Nel caso in cui la Ricerca non sia in grado di fornire risposte esaustive in relazione a certe tipologie di rischi, perché ancora non approfonditi e/o conosciuti, Barilla adotta il principio di “precauzione”.

Relativamente a:
- Contaminanti chimci, microbiologici, biologici e particellari: il prodotto, oltre che essere conforme alle leggi vigenti, deve rispondere a requisiti interni aggiuntivi e/o più restrittivi di volta in volta definiti in funzione di specifici obiettivi aziendali. 
- Allergeni: il tema impone criteri di progettazione dei prodotti, di selezione dei fornitori, di gestione dei processi in grado di contenere il rischio di cross contamination.  Il prodotto, comunque, deve riportare chiaramente evidente in etichetta ogni sostanza allergenica in esso presente. 
- OGM: il prodotto deve essere ottenuto da materie prime non OGM, non contenenti frazioni OGM e non derivanti da OGM.

Caratteristiche organolettiche e nutrizionali

il prodotto deve essere percepito eccellente al momento del consumo e, allo stesso tempo, deve contribuire all’adozione da parte delle persone di un regime alimentare salutare e nutrizionalmente equilibrato.
Inoltre deve essere privilegiato l’uso di materie prime naturali o, laddove questo non sia possibile per motivi di gusto o ragioni tecnologiche, utilizzare componenti estratti naturalmente; conseguentemente viene limitato l’uso di additivi ai casi di indubbio beneficio per il prodotto e le persone.

I processi produttivi

Devono garantire in modo continuativo l’ottenimento di un prodotto conforme ai requisiti specificati e devono essere tali da minimizzare i rischi di contaminazione del prodotto. A tale scopo in fase di progettazione di nuovi impianti devono essere definite le specifiche igieniche e le modalità di gestione degli stessi.
Le tecnologie utilizzate devono essere tali da salvaguardare il più possibile l’integrità, la naturalezza e le caratteristiche nutrizionali degli ingredienti.
 

La confezione

Deve garantire il mantenimento delle caratteristiche organolettiche, nutrizionali e di sicurezza in tutte le fasi di vita del prodotto, nelle condizioni d’uso previste e in quelle ragionevolmente prevedibili.
La confezione, oltre a quanto previsto dalla normativa vigente, deve comunicare trasparentemente al consumatore una chiara e completa informazione sui valori nutrizionali, sulla durata e sulle modalità di conservazione ed impiego del prodotto, nonché suggerimenti che le persone possono usare per guidare il loro stile alimentare.  
In fase di progettazione, inoltre, devono essere considerati aspetti relativi a vantaggi d’uso quali: facilità di asporto, messa a scaffale e a dispensa, richiusura dopo l’impiego parziale.
 

Le materie prime ed i materiali di confezionamento

Le materie prime e i materiali di confezionamento devono ovviamente rispettare la normativa vigente e non trasferire alcun rischio ai prodotti. A tale scopo è indispensabile effettuare il risk assessment di ogni filiera di approvvigionamento privilegiando, poi, quelle a minor rischio.
 
Materie prime e materiali di confezionamento devono provenire da fornitori omologati, abilitati, controllati e periodicamente valutati.
Per ciascuna fornitura devono essere definite e condivise con il fornitore le specifiche tecniche di produzione, di prodotto e di consegna, a partire da quelle necessarie per garantire la sicurezza del prodotto.
 
Ogni fornitura deve essere adeguatamente certificata dal fornitore e, in fase di accettazione, controllata secondo piani definiti.
 

I fornitori

Barilla persegue un’efficace integrazione con i fornitori sulla base di un rapporto chiaro e trasparente allo scopo di soddisfare le proprie esigenze di affidabilità e di garanzia negli approvvigionamenti.
 
Barilla, nei confronti dei fornitori, s’ impegna a:
- Stimolarli ad azioni tese al miglioramento nella gestione dei processi e finalizzate al raggiungimento dell’eccellenza;
- Motivarli, indirizzando le loro conoscenze e la loro imprenditorialità, a perseguire l’innovazione tecnologica e l’ottimizzazione dei costi;
- Informarli in modo chiaro e completo sulle necessità di Barilla, sulle specifiche richieste, sui criteri e sui risultati della valutazione delle loro forniture e della loro affidabilità.
 

L’informazione e l’ascolto

Barilla garantisce alle persone il diritto di essere ascoltate ed informate con chiarezza e trasparenza. In tal senso offre canali di comunicazione di facile accesso con la garanzia di ottenere puntuali risposte su ogni tema afferente alle caratteristiche intrinseche dell’offerta: materie prime e materiali di confezionamento, processi produttivi e prodotti finiti ed eventuali patologie connesse all’utilizzo degli alimenti.
 
L’ascolto delle persone è un’opportunità importante per Barilla: le segnalazioni ricevute, infatti, sono diffuse in Azienda ed utilizzate per migliorare prodotti e servizi in modo da soddisfare sempre meglio le aspettative dei Clienti e delle Persone. 
 

Unità di Assicurazione Qualità e Sicurezza Alimentare

L'Unità di Assicurazione Qualità e Sicurezza Alimentare ha la responsabilità di definire gli obiettivi, l'organizzazione, i sistemi, i meccanismi operativi e gli indicatori necessari per assicurare la sicurezza alimentare e la qualità dei prodotti immessi sul mercato.
 

In questa pagina...

Il prodotto alimentare deve assicurare la salute delle persone che lo consumano. 
Per questo Barilla garantisce il presidio dei rischi di contaminazione su tutta la filiera produttiva (from farm to fork). 


Le materie prime

Provengono da fornitori omologati, abilitati e periodicamente valutati.  
Ogni fornitura, certificata dal produttore, viene controllata all’arrivo secondo piani definiti.

La confezione

Garantisce la conservazione delle proprietà organolettiche in tutte le fasi di vita del prodotto e informa su durata, modalità di conservazione ed impieghi.

Processi produttivi e impianti

Sono studiati per minimizzare i rischi di contaminazione del prodotto. A tale scopo, in fase di progettazione di nuovi impianti, devono essere definite le specifiche igieniche e le loro modalità di gestione.